La Darbia blog

Panchine giganti per panorami da fiaba

Ven, 21 gennaio 2022
Panchine giganti per panorami da fiaba
Si moltiplicano un po' ovunque le cosiddette “big bench”, enormi e colorate sembrano capaci di riaccendere il nostro «fanciullino» interiore. Sbocciano come fiori, allegre e imponenti. Popolano i pendii e colonizzano punti panoramici, anche intorno al nostro Lago d'Orta. Sono le cosiddette “panchin..

Si moltiplicano un po' ovunque le cosiddette “big bench”, enormi e colorate sembrano capaci di riaccendere il nostro «fanciullino» interiore.

Sbocciano come fiori, allegre e imponenti. Popolano i pendii e colonizzano punti panoramici, anche intorno al nostro Lago d'Orta. Sono le cosiddette “panchine giganti” e stanno diventando un elemento di grande popolarità, adatte ai social ma, soprattutto, portatrici sane di buonumore.
Ve ne segnalo alcune, non lontane da La Darbia, ma vi sfido a scovarne altre, ancora più belle e nuove, in giro per l’Italia.
Chi ama fare brevi passeggiate a piedi può raggiungere facilmente l’Alpe Mastrolino, salendo da Omegna lungo la cosiddetta “via degli gnomi”, un sentiero costellato di simpatici nanetti che sbucano dagli angoli più inaspettati e allietano la camminata. In questo paradiso naturale, affacciato sulla conca settentrionale del Cusio, trova posto una coloratissima panchina che si ispira alle opere dello scrittore Gianni Rodari, famoso autore per bambini di origine omegnese. Sedendosi sulla grande panca arcobaleno, ci si sente un po’ come lillipuziani al cospetto di Gulliver. Sembra di tornare bambini e di vivere un’esperienza da fiaba. Ma soprattutto si ammira un panorama mozzafiato, restando (quasi) sospesi nel vuoto.

Per chi apprezza il paesaggio dei vigneti, imperdibile la «big bench» di Gattinara, rossa come il pregiatissimo vino che si produce in queste terre e collocata in posizione panoramica vicino alla Cappella della Madonna della Neve. Per raggiungerla è sufficiente impostare il navigatore di Google Map con destinazione «Torre delle Castelle» e seguire la stretta stradina che sale tra le vigne. L’installazione color nebbiolo si fonde perfettamente col panorama e regala l’impareggiabile sensazione di appartenere a questo territorio ricco di colori, sapori, profumi.

Alta più di tre metri e larga almeno quattro, la maxi-panchina dell’Adventure Park Le Pigne è un’altra installazione di grande successo. Costruita in un mese di lavoro, questa imponente struttura di legno è stata realizzata con i tronchi di alcune piante di castagno e quercia cadute nel bosco durante l’alluvione dell’autunno scorso. Nessun abbattimento dunque né spreco di materiali, solo natura che rivive sotto nuove forme.
E mentre lo sguardo si perde lungo la valle dell’Agogna, verso il Lago d’Orta ed il Mottarone, le maestose sculture della Poiana e del Gufo, collocate ai lati della grande panca, fanno buona guardia alle nostre foreste.

Anche il Lago Maggiore, da pochi mesi, ha la sua installazione gigante: gialla e maestosa, la panchina di Carza, situata nel comune di Cannobio, offre una vista suggestiva sul Verbano e può essere facilmente raggiunta lungo un sentiero percorribile a piedi o in mountain bike. Vale la pena ricordare che la panchina è posta vicina a Wonderwood, un parco-avventura dove si possono noleggiare mountain bike, attraversare ponti tibetani, vivere esperienze adrenaliniche sospesi nel vuoto e sperimentare percorsi coraggiosi sulla zip-line.

Qualche informazione in più sul progetto “Big Bench” ve la devo: l'idea di creare delle panchine maestose è nata nel 2010 per opera di Chris Bangle, un designer americano che, dopo essersi trasferito nelle Langhe, ha dato vita ad un progetto rivoluzionario, creando a Clavesana la prima seduta di enormi dimensioni, in un contesto naturale ma facilmente accessibile. Ben presto queste installazioni stravaganti si sono moltiplicate, diventando elementi caratteristici del paesaggio. Esse colpiscono prima di tutto per il loro straordinario effetto iconico, eppure non bisogna sottovalutare l’esperienza di sedersi su una di queste maxi-panchine: lì sopra si contempla il grandioso spettacolo del mondo, si fa il pieno di energia, ci si ricorda che la natura è davvero casa nostra.

Il fascino del lago d'Orta: scopri di più

Mer, 15 dicembre 2021

Roboante, grintoso, spettacolare...Signore e Signori, l'autodromo di Monza!

L'autodromo di Monza è sicuramente l’autodromo più famoso d’Italia, un circuito storico che ha ospitato campioni leggendari e competizioni prestigiose.

Gio, 4 novembre 2021

Tre idee per una giornata milanese

A spasso per Milano, in una tranquilla domenica d’autunno, mentre la città regala tesori e svela segreti inaspettati.

Gio, 30 settembre 2021

Almeno una volta nella vita

Il menù della tradizione piemontese è ormai un vero ‘must’ della Cucina della Darbia. Cultura e non solo cibo. Storia e tradizione. Che incontrano il piacere dei sensi.

Mer, 1 settembre 2021

Di domenica al mercato

La domenica mattina Cannobio ospita uno dei mercati più belli del Lago Maggiore, una girandola di colori e aromi che ci trasportano nella più autentica estate italiana.

Mar, 20 luglio 2021

Lungo la via del silenzio

Non fate rumore, mi raccomando, sull’Isola di San Giulio regna da sempre il silenzio autentico dell’anima.

Mar, 27 aprile 2021

A regola d'arte

Anche in vacanza, lasciarsi ispirare dal potere dell’arte significa coltivare la passione per il bello e innaffiare quel seme della creatività che, sono sicura, è pronto a germogli..

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..