La Darbia blog

ORTA, ACQUERELLO DI DIO

Mar, 28 febbraio 2017
ORTA, ACQUERELLO DI DIO
Celebrata da molti poeti e scrittori, Orta appare sempre piena di un fascino antico e romantico. Dalla piscina e dai balconi della Darbia, l’isola di San Giulio, il Sacro Monte e una parte dell’antico borgo di Orta si possono ammirare in tutto il loro splendore. Il riverbero dell’acqua fa lucci..

Celebrata da molti poeti e scrittori, Orta appare sempre piena di un fascino antico e romantico.

Dalla piscina e dai balconi della Darbia, l’isola di San Giulio, il Sacro Monte e una parte dell’antico borgo di Orta si possono ammirare in tutto il loro splendore. Il riverbero dell’acqua fa luccicare, anche in inverno, tutta la riviera e avvolge con la sua magia questo angolo di mondo.

Quando si scende dai vicoli tortuosi verso il lago e ci si trova di fronte la piazza Motta e la sagoma dell’isola, è sempre un’emozione, anche per chi come noi abita in questi luoghi da una vita.

Il mercoledì la piazza, circondata da case pittoresche, si anima con le bancarelle del mercato e risuona di voci allegre e confuse. Sotto gli ippocastani i barcaioli attendono sorridenti i turisti che sono diretti all’isola mentre tra i tavolini sotto i portici la gente sorseggia aperitivi o assapora un buon pasto.

Il vecchio Palazzotto vigila dalla fine del Cinquecento sulla vita della comunità e rappresenta un gioiello artistico con le sue facciate dipinte e la torre campanaria.

Se si percorre la via principale, si arriva a villa Bossi che, col suo giardino, costituisce uno dei punti panoramici più belli. Ma gironzolando tra le strade del paese si possono intravedere sempre scorci suggestivi, adatti a una sosta romantica.

Oggi siamo ospiti da Lina, una cara amica che ci ha preparato le crêpes insieme a una deliziosa tazza di tè caldo: il suo terrazzo, da cui si gode una vista meravigliosa, è stato scelto spesso come sfondo di numerose trasmissioni televisive. Nel suo curatissimo giardino fioriscono limoni, aranci e un piccolo bergamotto; con i frutti Lina prepara deliziose marmellate e arance candite per addolcire i rigori della brutta stagione. Un pomeriggio delizioso sulle sponde del lago d’Orta in attesa della primavera…

Il fascino del lago d'Orta: scopri di più

Lun, 6 febbraio 2017

Semel in anno licet insanire

Dicevano proprio così gli antichi Romani per spiegare che nel periodo del Carnevale era consentito impazzire un po’ e lasciarsi trasportare da un’euforia contagiosa.

Sab, 10 dicembre 2016

A TORINO SI ACCENDONO LE “LUCI D’ARTISTA”

Anche il New York Times se n’è accorto: Torino, aristocratica città sabauda, merita un posto di primo piano tra le mete italiane che vale la pena visitare.

Lun, 19 settembre 2016

UN MONTE «ORFANO» E UN OLMO SECOLARE

Avete voglia di natura e di trekking? Oppure volete farvi un giretto in mountain bike? Questo itinerario fa proprio al caso vostro!

Mer, 20 luglio 2016

CALDERARA: L’ARTE A DUE PASSI DALLA DARBIA

Lasciamoci ispirare dalla grande arte del maestro Antonio Calderara: vicino alla Darbia ci attende la sua casa-museo ricca di tesori preziosi.

Dom, 12 giugno 2016

HAPPY BIRTHDAY VESPA!

Compleanno importante per lo scooter italiano più famoso del mondo. Allora perché non cogliere l’occasione di farsi un giro in Vespa sulle strade del lago d’Orta?

Lun, 16 maggio 2016

LA MAGIA DI UNA TORRE

La Torre di Buccione domina da secoli la parte meridionale del lago d’Orta e ci ricorda un affascinante passato medievale, regalandoci ancora oggi splendidi panorami sulla corona ..

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..