La Darbia blog

MURI D’AUTORE

Ven, 10 maggio 2019
MURI D’AUTORE
La street art caratterizza alcuni piccoli borghi intorno al lago d’Orta, paesi dai muri dipinti con affreschi di grande impatto emotivo. In principio fu Legro, graziosa frazione di Orta, a concedere i propri muri alla decorazione artistica. E dopo vent’anni, gli affreschi realizzati sulle facciate ..

La street art caratterizza alcuni piccoli borghi intorno al lago d’Orta, paesi dai muri dipinti con affreschi di grande impatto emotivo.

In principio fu Legro, graziosa frazione di Orta, a concedere i propri muri alla decorazione artistica. E dopo vent’anni, gli affreschi realizzati sulle facciate degli edifici sono ancora lì, arricchiti da molti altri bellissimi dipinti d’autore. Se a Milano fa furore la Gucci Art Wall (enormi tele urbane campeggiano nella centralissima via Garibaldi), dalle nostre parti, invece, sono i murales legati al tema del cinema ad attirare molti turisti, creando un interessante connubio tra arte e territorio.

Sì perché quella dei «Muri d’autore» di Legro è un’occasione per celebrare il cinema italiano, a cominciare dalle pellicole che sono state girate proprio sulle rive del lago d'Orta: dai film di animazione ispirati ai racconti di Gianni Rodari al bellissimo «Riso amaro» (candidato all’Oscar nel 1951) fino ad una pellicola scandalosa come «La stanza del vescovo» passando per «Addio alle armi» con Rock Hudson e Vittorio De Sica.

Una vera galleria d’arte a cielo aperto che va ad arricchire una collezione di dipinti più antichi appartenenti alla tradizione dell’arte muraria locale, fatta di pitture devozionali e meravigliose meridiane solari.

E se Legro è stata pioniera dell’arte muraria cusiana, anche Pogno e Quarna Sopra, piccoli e deliziosi borghi non lontani da La Darbia, hanno aderito al circuito dei «paesi dipinti» che comprende in Italia ormai più di trecento comuni. A Quarna giovani artisti dell’Accademia di Belle Arti di Ravenna hanno realizzato un percorso con dieci murales ispirati alla storia locale e alla vocazione musicale di questa terra. Un vero e proprio «Festival del muro dipinto» si tiene ogni estate (quest’anno è previsto tra il 29 luglio e il 4 agosto, segnatevelo!) e raccoglie autori che realizzano dal vivo le proprie opere.

Il tema prescelto per gli affreschi di Pogno è invece quello dell’acqua, risorsa preziosissima e simbolo del distretto industriale del rubinetto. È proprio il caso di dirlo: una produzione fresca e fantasiosa, piena di creatività e ironia ha lasciato il segno sui muri delle case. D’altra parte se un tempo l’arte urbana rappresentava una trasgressione, una metodo di contestazione sociale e di denuncia civile, oggi la bellezza dei murales serve anche a rivalutare le periferie degradate e a ridare vita ai centri storici dei piccoli borghi, creando percorsi artistici di grande bellezza.

Il fascino del lago d'Orta: scopri di più

Lun, 21 gennaio 2019

CON LE ISOLE BORROMEE NEL CUORE

Se il cuore potesse scegliere dove farsi portare a spasso, le tre Isole Borromee sarebbero una meta assicurata, perché con la loro bellezza rapiscono anche i visitatori più esigent..

Lun, 7 gennaio 2019

VOGLIA DI VACANZE

Che cosa vogliamo davvero da una vacanza? Che cosa ci aspettiamo dalle ferie tanto attese? Quali sottili piaceri vorremmo vedere appagati mentre siamo lontani da tutto e da tutti..

Gio, 6 dicembre 2018

A NATALE PUOI…

Il Natale quando arriva, arriva! Gioioso, frizzante, euforico, caldo e avvolgente, ma anche spumeggiane di eventi e intenso di spiritualità e raccoglimento.

Lun, 5 novembre 2018

CHE BELLO È QUANDO LO STADIO È PIENO…

Il calcio passione italiana? Certo! Ma non solo… Cultura, storia e spirito agonistico si intrecciano in uno sport entusiasmante e davvero molto popolare.

Sab, 20 ottobre 2018

IL TRENINO DEL «FOLIAGE» NELLA VALLE DEI PITTORI

L’autunno sui binari della Vigezzina-Centovalli è una vera esplosione di colori e atmosfere dorate, da apprezzare come la tavolozza di un pittore.

Lun, 1 ottobre 2018

AUTUNNO SULLA PANORAMICA ZEGNA

l progetto di un imprenditore illuminato, il rispetto per la natura e l’amore per il paesaggio alla base di una strada panoramica, ormai storica, ma sempre meravigliosa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..