La Darbia blog

CALDERARA: L’ARTE A DUE PASSI DALLA DARBIA

Mer, 20 luglio 2016
CALDERARA: L’ARTE A DUE PASSI DALLA DARBIA
Mi ricordo benissimo la prima volta che ho visitato la casa-museo di Antonio Calderara, un’antica villa seicentesca arricchita da un bel colonnato. Era una giornata di primavera, fresca e tersa, come quelle che solo la riviera del lago d’Orta sa regalarci. La luce che illuminava le stanze di questo ..
Mi ricordo benissimo la prima volta che ho visitato la casa-museo di Antonio Calderara, un’antica villa seicentesca arricchita da un bel colonnato. Era una giornata di primavera, fresca e tersa, come quelle che solo la riviera del lago d’Orta sa regalarci. La luce che illuminava le stanze di questo antico palazzo sembrava accarezzare con leggerezza le opere esposte: una raccolta straordinaria, più di trecento sculture e tele di enorme valore.
Questo maestro dell’arte astratta, originario del milanese, aveva scelto di vivere tra le tranquille colline del Cusio, nella piccola frazione di Vacciago di Ameno, quasi in ascetico isolamento.



Doveva essere un personaggio singolare, un uomo cordiale e ironico, elegante e autorevole coi suoi baffoni risorgimentali. Accanto a lui c’erano sempre la moglie Carmela, la fidata segretaria Annamaria, un bassotto e la tartaruga Gertrude.
Nella sua bella dimora il maestro era riuscito a creare intorno a sé un di cenacolo di artisti, ospitando spesso amici stranieri. Con loro scambiava opere che poi ha raccolto in una collezione straordinaria: tra gli autori in mostra ci sono infatti Lucio Fontana, Jochims Reimer, Piero Manzoni, Arnaldo Pomodoro, Vasarely Victor e Abe Nobuya.



Uscendo dal museo Calderara, anche chi (come me) non è un esperto di arte moderna, ha la sensazione di portarsi a casa un piccolo tesoro, fatto di colori tenui e atmosfere serene, di geometrie rigorose e raffinate, di luci “senza ombra”. Molti apprezzeranno anche le opere meno astratte, come le vedute del lago e dell’isola di San Giulio, le nature morte e i ritratti della moglie e dell’amata figlia Gabriella.
Lasciatemi dire che quando la grande arte ci passa accanto, tutto ci sembra migliore!

Il fascino del lago d'Orta: scopri di più

Dom, 12 giugno 2016

HAPPY BIRTHDAY VESPA!

Compleanno importante per lo scooter italiano più famoso del mondo. Allora perché non cogliere l’occasione di farsi un giro in Vespa sulle strade del lago d’Orta?

Lun, 16 maggio 2016

LA MAGIA DI UNA TORRE

La Torre di Buccione domina da secoli la parte meridionale del lago d’Orta e ci ricorda un affascinante passato medievale, regalandoci ancora oggi splendidi panorami sulla corona ..

Ven, 18 marzo 2016

I LOVE SHOPPING ... IN MILANO

Sono molti gli ospiti de La Darbia che decidono di dedicare una giornata delle loro vacanze alla scoperta di Milano. E ne vale davvero la pena.

Gio, 25 febbraio 2016

I LAGHI DI WALTER

Una navigazione di due anni e un libro fotografico con immagini bellissime del lago d’Orta e del lago Maggiore. Straordinaria esperienza di vita del fotografo cusiano Walter Zerla

Ven, 5 febbraio 2016

ORIZZONTI BIANCHI

Le montagne dell’Ossola, non lontane dalla Darbia, sono le protagoniste assolute dell’ultimo numero di Meridiani Montagne. Uno scenario suggestivo tra neve e silenzio…

Mer, 27 gennaio 2016

SAN GIULIO, IL DRAGO E IL PANE DELLE MONACHE

La festa di San Giulio è una delle più attese e sentite sulle rive del lago d’Orta; il 31 gennaio l’Isola si riempie di pellegrini, mentre i muratori del Cusio celebrano il loro sa..

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..