La Darbia blog

ANGERA E LA SUA ROCCA DA FIABA

Ven, 10 agosto 2018
ANGERA E LA SUA ROCCA DA FIABA
Un castello merlato, una collezione di bambole e una serie di matrimoni da favola... ecco a voi la Rocca di Angera, un luogo praticamente fiabesco! Mi aggiro tra le magnifiche sale della Rocca di Angera quasi con soggezione: ampie corti, raffinati saloni, magnifiche volte affrescate caratterizzano ..

Un castello merlato, una collezione di bambole e una serie di matrimoni da favola... ecco a voi la Rocca di Angera, un luogo praticamente fiabesco!

Mi aggiro tra le magnifiche sale della Rocca di Angera quasi con soggezione: ampie corti, raffinati saloni, magnifiche volte affrescate caratterizzano infatti uno dei palazzi più belli del nostro territorio. Maestoso ed elegante, questo imponente castello medievale, circondato da una bellissima cerchia di mura a merlatura ghibellina, gode di un’atmosfera fiabesca, avvolto in una magica alchimia di panorami.

Il palazzo fortificato venne costruito in una posizione strategica, abbarbicato su uno sperone di roccia calcarea, esattamente di fronte alla Rocca di Arona, sulla sponda opposta del lago Maggiore. Fu acquistato dai Visconti, originari del Verbano, durante il Trecento e poi venduto alla famiglia Borromeo (che ancora lo possiede) durante il XV secolo. L’edificio è il risultato dell’unione di cinque diversi corpi di fabbrica, eretti tra l'XI e il XVII secolo: la Torre Castellana, l’Ala Scaligera (recentemente ristrutturata e adibita a spazio espositivo), l’Ala Viscontea, la Torre di Giovanni Visconti e l’Ala dei Borromeo.

Impossibile non farsi sorprendere dalle dimensioni e dalla solennità delle stanze affrescate: alcuni locali sono davvero suggestivi come la famosa Sala di Giustizia che ospita un ciclo di affreschi realizzato nel secolo XIII da un anonimo pittore (il cosiddetto “maestro di Angera”) con lo scopo di narrare le vicende legate alla vita dell'arcivescovo Ottone Visconti e, in particolare, la sua vittoria sui Torriani nella battaglia di Desio nel 1277.

Un altro tesoro custodito all’interno del palazzo è il “Museo della Bambola e del Giocattolo” fondato nel 1988 dalla principessa Bona Borromeo Arese. La collezione raccoglie all’interno di dodici sale oltre mille bambole realizzate dal XVIII secolo fino ad oggi, nei materiali della tradizione antica: legno, cera, cartapesta, porcellana, tessuto.

L’esterno della Rocca è caratterizzato da un’aera verde che ospita un mirabile giardino medievale, collocato sulla spianata che si affaccia sul lago Maggiore: i maestri giardinieri di casa Borromeo, studiando gli antichi codici, hanno saputo ricreare un fertile vivaio , tanto che a ridosso dell’antica chiesetta della Rocca hanno già messo radice molte specie descritte dagli antichi documenti medievali, piante medicamentose accanto ad altre ornamentali, coltivate secondo regole e geometrie precise per ricreare, all’interno delle mura, l’idea del “perduto paradiso”.

Negli ultimi anni principi, calciatori e protagonisti del jet-set internazionale hanno scelto la Rocca come scenario delle propria festa di nozze: all’interno della suggestiva cornice del castello vengono organizzati matrimoni da favola che finiscono immancabilmente sulle copertine di riviste patinate.

È davvero il caso di dirlo: anche oggi la fiaba continua…

Qualche informazione per i nostri amici più tecnologici: una comodissima APP che funziona come audioguida può essere scaricata sul vostro smartphone per una visita guidata completa e molto interessante.

Vale anche la pena ricordare che la Rocca è aperta da marzo a ottobre e può essere raggiunta in auto (dalla Darbia ci vogliono circa 50 minuti) oppure con un comodo traghetto partendo dall’Imbarcadero di Arona.

Il fascino del lago d'Orta: scopri di più

Ven, 13 aprile 2018

Milano, passione navigli

Oggi il cuore pulsante della città si snoda intorno ai canali progettati da Leonardo, tra la Nuova Darsena, le tipiche case di ringhiera e gli atelier degli artisti.

Mer, 4 aprile 2018

Oggi vado di corsa

Eh sì, la bilancia non perdona… dopo le abbuffate pasquali, bisogna proprio che mi rimetta in forma! Sveglia all’alba, abbigliamento tecnico, sneakers, la mia playlist attiva e …vi..

Mer, 14 marzo 2018

Il balcone del Cusio

Il Santuario della Madonna del Sasso è proprio come un grande balcone affacciato sul lago d’Orta: sovrasta imponente tutto il territorio e regala uno splendido panorama.

Ven, 26 gennaio 2018

Una giornata alle Terme

E’ davvero rigenerante una giornata trascorsa alle Terme di Premia, immersi nelle acque benefiche, coccolati dai trattamenti del centro benessere e avvolti dalla quiete della monta..

Dom, 26 novembre 2017

Mottarone, montagna tra i laghi

Per noi che siamo cresciuti ai suoi piedi, il Mottarone rappresenta la montagna per eccellenza, con la sua aria sempre fresca, i pascoli erbosi e la caratteristica cima arrotonda..

Dom, 8 ottobre 2017

Outlet & CO

Ci sono molti posti dove fare acquisti prestigiosi e convenienti, shopping “furbo” negli spacci aziendali intorno al lago.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..